giovedì 26 maggio 2011

Sabbia e Neve

Quest'anno in classe abbiamo proposto ai bambini tante attività centrate sui contrasti, ad esempio: bianco-nero, lungo-corto, dentro-fuori, luce-oscurità, ecc...
Quello che oggi vi vogliamo raccontare è l'esperienza svolta usando la farina gialla e la farina bianca.
Grazie alle caratteristiche di questi due materiali abbiamo proposto una delle tante attività basate sul contrasto ruvido-liscio.
Per fare questa attività abbiamo steso per terra un telo di plastica trasparente. Dopo di chè abbiamo posizionato due bacinelle, una con farina bianca e l'altra con farina gialla. Lasciandoli sperimentare liberamente.




Per fare si che la esperienza sia vissuta con tutto il corpo, abbiamo tolto i vestiti ai bambini lasciandoli con il body; in questo modo hanno potuto immergersi totalmente nel gioco: rotolandosi, sbattendo i piedini, spalmandosi su tutto il corpo la farina, ecc...



Purtroppo non possiamo postare le foto delle loro faccine ma vi assicuriamo che erano veramente felici.




E' stata una attività al 100% sensoriale!
Sabbia e neve è come loro hanno chiamato la farina gialla e la farina bianca ed è per questo che noi abbiamo deciso di chiamare i post del nostro blog con i nomi che i bambini hanno dato alle attività.

Natty ed Elisa

giovedì 19 maggio 2011

Fili di lana

Si avvicina la fine dell'anno scolastico e siamo in cerca del modo migliore di raccogliere tutta la documentazione che i bambini hanno prodotto.
Come è solito fare al nostro nido, prepariamo un album con le foto e i ricordi dei momenti più belli trascorsi insieme.
Il nostro desiderio quest'anno è fare partecipi i bambini alla preparazione di questo album.
Infatti abbiamo pensato di preparare insieme ai bambini i fogli che serviranno da supporto per incollare le foto nell'album.
Durante tutto l'anno abbiamo usato fogli di carta in formato gigante per fare le esperienze sia di manipolazione che di colore. Adesso vorremo far provare ai bambini i limiti di un foglio più piccolo.
Infatti ci sbizzariremo a colorare questi fogli con varie tecniche di colore.
Per colorare il primo foglio abbiamo usato i fili di lana.


Abbiamo dato ad ogni bambino un filo lungo 20 cm. e gli abbiamo spiegato come tenerlo (dalla punta del filo) e come impregnarlo di colore.



 Siamo rimaste a bocca aperta dalla precisione con cui tenevano il filo. Erano meravigliati dalle linee colorate che il filo lasciava.










Dopo questa attività abbiamo capito che il loro interesse non si basa più sul pasticciare o mescolare ma sullo scoprire la traccia che lascia un certo strumento


Natty ed Elisa

martedì 17 maggio 2011

Il disegno Magico


Per fare questa attività i bambini hanno disegnato liberamente su un foglio di carta bianco molto grande attaccato al pavimento.
La cosa speciale è che questa volta gli abbiamo dato i pastelli a cera bianchi.
Ovviamente non si vedeva niente di quello che disegnavano.
Infatti gli abbiamo sentito dire: 
- " Questo pastello non colora! E' rotto! Bisogna temperarlo! Voglio un altro!".
Così, insieme abbiamo provato a colorare spostandoci da una parte all'altra del foglio, facendo molta pressione sulla carta, velocemente e lentamente ma niente  il disegno non si vedeva perchè come dicevano i bambini:

- " I pastelli non colorano!".
C'era qualche visino un po' annoiato,  qualcuno incuriosito che continuava a provarci e altri scoraggiati si erano seduti senza fare niente.
Dopo un po' di prove e dopo aver fatto mille ipotesi su quello che potesse essere successo, abbiamo fatto trovare ai bambini un contenitore con dell'acqua colorata con un pochino di tempera nera.
Usando delle spugne abbiamo provato a passare il colore sui disegni e...voilà! 





Sono venute fuori tante linee bianche che si intrecciavano tra loro e che prima non c'erano.
I bambini, emozionati, hanno colorato con la spugna tutto il foglio alla ricerca delle linee che avevano lasciato all'inizio: ce ne erano tantissime che formavano dei veri e propri disegni.
I bambini dicevano:
- "Ora colora! Questo disegno è magico! Anche qui colora!"  

Questa tecnica offre tante varianti: l'acqua colorata può essere del colore che ci piace di più, il formato del foglio può essere diverso, si può fare al tavolo o per terra. Oppure, possiamo fare trovare dei fogli già precedentemente colorati, con pastelli a cera bianchi, in modo che i bambini si divertano a trovare i disegni passando sopra il colore.


Ahh una cosa importantissima, state attente con la quantità di colore che metterete nell'acqua. Non deve essere nè tantissimo perchè dopo copre il disegno nè pochissimo perchè dopo non si vede sul foglio.

Natty ed Elisa


domenica 15 maggio 2011

Voglia di condividere

Spesso ci capita di proporre attività, giochi o semplicemente canzoncine che gli sguardi dei nostri bambini ci fanno capire che sono esperienze che rimarranno nella loro anima per sempre. Spesso ci capita di pensare a condividere queste esperienze con altre maestre che sicuramente,come noi, sono in cerca di idee, pensieri, proposte, ricerche da condividere.
Come molte di noi maestre, siamo sempre in cerca di cose nuove da proporre ai nostri bambini, di idee dalle quali prendere spunto, aggiungere a queste qualcosa di nostro e sperimentarle in classe.
Con questo blog speriamo di poter rendere utile ad altre persone le nostre esperienze acquisite ma sopratutto di poter iniziare uno scambio con altre maestre curiose che vogliono rinnovare il loro lavoro divertendosi .

Natty Espejo ed Elisa Caremani
Educatrici dell'Asilo Nido Il giardino degli Elfi