giovedì 8 marzo 2012

Papà...seguirò sempre i tuoi passi

Oggi vi proponiamo una semplice idea regalo per la festa del papà da fare con i vostri bambini. Questo carinissimo bigliettino lo abbiamo fatto due anni fa quando lavoravamo con i bambini della classe dei medi.
Per fare questo regalino i bambini hanno colorato un grande foglio di cartoncino con le spugne usando acqua e colori alimentari. Una volta asciutto lo abbiamo ritagliato con una misura adatta (25cm x 20cm) per farne un quadretto.
Dopo di che, sullo stesso cartoncino abbiamo impresso le orme dei loro piedini. Inoltre, per abbellire il tutto i bambini hanno incollato dei cuoricini.
Infine, noi educatrici abbiamo completato l'opera inserendo una strisciolina di carta con scritto "Seguiró sempre i tuoi passi". 
Per renderlo un quadretto vero e proprio abbiamo messo del filo colorato alle due estremità, in maniera tale che i papà possano appenderlo e mostrarlo orgogliosi!
A presto
Natty ed Elisa

sabato 3 marzo 2012

Papà...portami sempre con te!

Il 19 marzo è alle porte e come ogni anno ci prepariamo a festeggiare i papà dei nostri bambini.
Quello che vi racconteremo è come l'anno scorso abbiamo preparato il regalino per il papà assieme ai bambini
Abbiamo solo una foto da mostravi perché ancora non avevamo ben chiara l'idea di creare il blog, ma cercheremo comunque di spiegarvi in maniera esaustiva quello che abbiamo fatto.
Abbiamo pensato di creare insieme ai bambini dei simpatici portachiavi.
I materiali necessari per creare i portachiavi sono: creta, filo di spago, stuzzicadenti e i classici cerchietti dove si infilano le chiavi.
Con il nostro gruppo abbiamo usato la creta che è un materiale facile da modellare, poco costoso e una volta asciutto ed essicato diventa duro e molto resistente.
Dopo aver portato in classe il tema del papà e imparato una bella canzoncina, abbiamo spiegato ai bambini che con la creta avremo creato delle bellissime palline preziose per il papà, da portare sempre con sé!
Così abbiamo dato un pezzo di creta a ciascuno e i bimbi hanno iniziato a staccare dei piccoli pezzi e a creare delle palline quasi rotonde.
Ogni volta che dicevano: "Ecco, maestra guarda che bella pallina! noi ci entusiasmavamo anche se, ovviamente, le palline non erano quasi per niente rotonde. I bambini hanno fatto spontaneamente pezzetti di forme diverse: lunghi, storti, rotondi, ...ma noi così li abbiamo lasciati!
L'importante per noi non è ottenere un bel "lavoretto" perfetto ma una cosa fatta dai bambini dove si veda il loro vero impegno, la concentrazione e l'amore!
Raccolte tutte le "palline" le abbiamo forate con lo stuzzicadenti per consentire poi alo spago di passare.
Una volta asciutte i bambini le hanno colorate con le manine.
Per fare si che il colore non vada via, noi maestre, abbiamo rivestito ogni pallina con una vernice trasparente.
Alla fine abbiamo infilato lo spago facendo un nodo tra ogni pallina, creando così i portachiavi.
Il biglietto per il papà l'abbiamo creato proponendo ai bambini di colorare un cartoncino grande con le spugne imbevute di acqua e colori alimentari, che poi noi abbiamo tagliato e completato incollando il testo della canzoncina per il papà.
A presto
Natty ed Elisa

giovedì 1 marzo 2012

Scatoline sonore

Prima di raccontarvi come abbiamo fatto a creare queste simpatiche scatole sonore, vi vogliamo spiegare da dove è nata questa idea.
Noi, come tante maestre, pensiamo che il riciclo sia, non solo, fondamentale per le nostre vite, ma anche un atto educativo imprescindibile, ed è per questo motivo che il progetto che ci accompagna quest’anno è dedicato al riciclo. Per coinvolgere anche i genitori dei nostri bambini abbiamo chiesto a ogni famiglia di raccogliere, selezionare e portare all’asilo tutto il materiale di riciclo che di solito va a finire nel cassonetto dell’immondizia: rotoli di carta, carta di varie misure e forme, cartoni delle scatole di confezione in buono stato, sacchetti delle patate, sacchetti di carta, tappi, carta e plastica di imballaggio, ecc…
Così facendo abbiamo raccolto i tappi che abbiamo usato per la nostra precedente attività e tante ma tantissime scatole di varie forme e dimensioni.
L’idea più semplice e carina, per utilizzare le scatoline più piccole, è stata quella di costruire delle scatole sonore.
Per far sì che una scatola suoni abbiamo bisogno di qualche oggetto da inserire al suo interno; così abbiamo preparato tanti pezzi di legnetti, riso, fagioli e pastina.
Dopo di che abbiamo proposto ai bambini di riempire le scatoline con questi oggetti. Il riempire le scatoline con elementi così piccoli è stato per i bambini un buon esercizio di motricità fine.
Le foto non ci sono perchè eravamo molto attente  che tutti fossero impegnati a riempire  con cura la propria scatolina. E' per questo motivo che le nostre attività sono proposte a gruppi di sei o massimo otto bambini.
Come vi abbiamo già raccontato più volte, il gruppo con il quale lavoriamo è quello dei bambini più grandi del nido. Queste scatoline possono essere anche proposte ai bambini più piccoli però devono essere confezionate dalle maestre.
Una volta chiuse bene le scatoline con del nastro adesivo di carta, noi educatrici le abbiamo ricoperte con la carta del giornale e il giorno dopo i bimbi hanno colorato le loro scatoline con le spugne e il colore liquido.
Una volta asciutte, i bambini hanno abbellito ancora di più le scatoline facendo un collage di ritagli di carte colorate.
Poi ci siamo divertite a farle suonare cercando di appaiare le scatoline con suoni simili, intonando varie canzoncine e facendo tanti movimenti a ritmo di musica.
Infine ogni bimbo ha portato a casa la sua scatolina sonora.
A presto
Natty ed Elisa